Notizie in primo piano

Indietro

Pagamenti elettronici senza sovrapprezzo e più sicuri

La direttiva sui servizi di pagamento in Unione europea è stata rivista per con l'intento di ammodernare i servizi di pagamento a vantaggio sia dei consumatori che delle imprese, per tenere il passo con questo mercato in rapida evoluzione.

Le nuove norme (PSD2), saranno applicabili dal 13 gennaio 2018 tramite le disposizioni che gli Stati membri hanno introdotto nelle rispettive legislazioni nazionali in conformità alla normativa UE.

In sintesi le nuove regole:

Proibizione di costi aggiuntivi per i pagamenti con carte di credito o di debito, sia nei negozi che online;
Apertura del mercato dei pagamenti dell'UE alle società che offrono servizi di pagamento, in base alle quali ottengono l'accesso alle informazioni sul conto di pagamento;
Introduzione di severi requisiti di sicurezza per i pagamenti elettronici e per la protezione dei dati finanziari dei consumatori;
Miglioramento dei diritti dei consumatori in numerose aree. Questi includono la riduzione della responsabilità per i pagamenti non autorizzati e l'introduzione di un diritto di rimborso incondizionato per gli addebiti diretti in euro.
 

Quali sono i vantaggi concreti per i consumatori?

PSD2 contribuirà a ridurre le spese per i consumatori e proibirà il "sovrapprezzo" per i pagamenti con carta nella maggior parte dei casi (comprese tutte le carte di debito e di credito di consumo), sia online che nei negozi.

La pratica della sovrattassa è comune in alcuni Stati membri, in particolare per i pagamenti online e settori specifici, come il settore dei viaggi e dell'ospitalità. In tutti i casi in cui le spese per le carte applicate ai commercianti sono limitate, ai commercianti non sarà più consentito applicare un supplemento ai consumatori per utilizzare la loro carta di pagamento. Ciò si applicherà ai pagamenti nazionali e transfrontalieri. In pratica, il divieto di sovrattassa coprirà circa il 95% di tutti i pagamenti con carta nell'UE e i consumatori sarebbero in grado di risparmiare oltre € 550 milioni all'anno. I consumatori pertanto potranno pagare con una carta in tutta l'Unione europea e saranno maggiormente protetti dalle frodi e da altri abusi, con misure di sicurezza migliorate.

Le nuove norme inoltre semplificano e armonizzano ulteriormente le norme sulla responsabilità in caso di transazioni non autorizzate, garantendo una maggiore tutela degli interessi legittimi degli utenti dei pagamenti.

Quali novità per le imprese?

Negli ultimi anni sono emersi sul mercato nuovi fornitori nell'area dei pagamenti via Internet ( i cosiddetti fornitori terzi o TPP), che offrono ai consumatori la possibilità di pagare istantaneamente per le loro prenotazioni via Internet o acquisti online senza la necessità di una carta di credito (circa il 60% della popolazione dell'UE non ha una carta di credito ). Questi servizi stabiliscono un collegamento di pagamento tra il pagatore e il commerciante online tramite il modulo bancario online del pagatore, informando il commerciante quando la transizione on line è stata avviata. Queste soluzioni di pagamento innovative e a basso costo sono denominate "servizi di inizio pagamento" e sono già disponibili in diversi Stati membri.

Questi nuovi fornitori non erano regolamentati a livello UE. Ora lo sono. Questa nuova regolamentazione dovrebbe consentire a questi soggetti di entrare nel mercato su larga scala innescando una concorrenza maggiore sul mercato e quindi migliori opportunità per i consumatori. Inoltre la nuova regolamentazione costringerà o TPP a seguire le stesse regole dei tradizionali fornitori di servizi di pagamento (registrazione, concessione di licenze e supervisione da parte delle autorità competenti), adottando – come tutti i soggetti che opereranno in questo ambito - i nuovi e potenziati requisiti di sicurezza inclusi nel testo del PSD2.


newsletter

La news di ReteInforma.it direttamente nella tua casella e-mail.

 Iscriviti >>

area aziende

Per pubblicare un annuncio di lavoro.

 Compila la richiesta >>

contatti

 SCRIVI alla Redazione >>

suggerimenti, segnalazioni, richieste..